10 cose da vedere a Marsiglia in due giorni

10 cose da vedere a marsiglia - 1
MuCEM, Marsiglia

E’ la più antica città di Francia, capoluogo della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Tappa ideale per esplorare il Sud della Francia

Cit­tà cos­mopoli­ta e aper­ta, come tutte le cit­tà di mare con un por­to, Mar­siglia negli anni ha saputo rin­no­var­si, gra­zie anche alla nom­i­na del 2013 di Cap­i­tale Euro­pea del­la Cul­tura. Quali sono le 10 cose da vedere a Mar­siglia oggi?

Un rin­no­va­men­to del­i­ca­to che ha man­tenu­to l’ani­mo met­ic­cio. Così i vec­chi quartieri, come Le Panier, han­no las­ci­a­to il post a lab­o­ra­tori d’arte e ate­lier, i mag­a­zz­i­ni otto­cen­teschi del por­to si sono trasfor­mati in un vivace e inno­v­a­ti­vo spazio cul­tur­ale, sociale e com­mer­ciale.

Mar­siglia è cam­bi­a­ta, diven­tan­do una cit­tà attraente per i tur­isti, ma pur cam­bian­do ha saputo man­tenere il suo spir­i­to un pò maledet­to, inqui­eto, e ne rimar­rete affas­ci­nati giran­do tra i suoi quartieri, fre­quen­tan­do i suoli locali, passeg­gian­do con i locali. Mar­siglia è una cit­tà che va capi­ta, vis­su­ta.

Ecco allo­ra una serie di luoghi da non perdere asso­lu­ta­mente.

10 cose da vedere a marsiglia

Le 10 cose da vedere a Marsiglia in due giorni

1. Il Vieux Port di Marsiglia

La pri­ma cosa che fac­cio quan­do vis­i­to una cit­tà di mare è iniziare con una lun­ga passeg­gia­ta lun­go la cos­ta, sco­pren­do il suo lun­go mare, il suo por­to. Cre­do che sia un buon modo per capire quali scor­ci e quali immag­i­ni ani­mano lo spir­i­to dei suoi cit­ta­di­ni. Per­ché sono fer­ma­mente con­vin­ta che chi nasce guardan­do il mare ogni giorno, con il mare abbia un legame spe­ciale e quel legame si trasfor­mi in parte nel pro­pio modo di fare e di vivere. Il pri­mo pos­to che con­siglio quin­di di vedere a Mar­siglia è il Vieux Port. 

10 cose da vedere a marsiglia
Mer­ca­to su Quai des Belges

Ogni mat­ti­na all’alba potrete assis­tere alla con­trat­tazione del pesce nel suo pit­toresco mer­ca­to su Quai des Belges, vici­no potrete spec­chiarvi nel “cielo arti­fi­ciale” di Nor­man Fos­ter. Real­iz­za­to nel 2013, ques­ta tet­toia in acciaio inox splen­dente è sta­ta con­cepi­ta per inver­tire il pun­to di vista dei vis­i­ta­tori e regalare nuove visioni. Molto cari­na e poco inva­si­va, è diver­tente per guardare il via vai di per­sone sot­to una prospet­ti­va diver­sa.

Intorno al por­to tro­verete molti ris­toran­ti di pesce dove pot­er provare, voi che non siete aller­gi­ci al pesce azzur­ro, la famosa bouil­l­abaisse, la zup­pa di pesce più famosa del­la cit­tà. Pare che la più buona sia da Restau­rant Chez Michel, ma non pos­so dir­lo! Sicu­ra­mente so che è molto cos­tosa. Ma man­gia­re nei ris­toran­ti nel Sud del­la Fran­cia è molto cos­toso!

10 cose da vedere a Marsiglia - Foster
L’Om­brière de Nor­man Fos­ter, Mar­seille

Dal por­to potrete con­tin­uare a passeg­gia­re lun­go­mare lun­go la Cor­niche per arrivare fino al Parc Bal­néaire du Pra­do. Sono cir­ca 5 km di pura bellez­za. Potrete arrivare fino a Val­lon des Auffes, un pic­col­is­si­mo por­tic­ci­o­lo dal sapore inti­mo, con tutte le case col­orate, dove pot­er scattare qualche foto dal­la por­ta d’Oriente. Se volete fare shop­ping dal por­to vec­chio dovete pren­dere Rue de la Canebière, un grande viale conosci­u­to anche come le Champs Élysées di Mar­siglia

2. Musée des Civilisations de l’Europe et de la Méditerranée (MuCEM) e il Fort Saint-Jean

Dal por­to con­siglio di pros­eguire ver­so il Fort Saint-Jean, che insieme al Fort St-Nico­las sul lato oppos­to, è una delle due fortezze a guardia dell’entrata del por­to. Nel 2013 è sta­to annes­so al Fort il famoso edi­fi­cio, prog­et­to architet­ton­i­co di Rudy Ric­ciot­ti e Roland Car­ta, il MuCEM, il Musée des Civil­i­sa­tions d’Europe et de la Méditer­ranée, che ospi­ta mostre sulle civiltà del Medit­er­an­neo. E’ bel­lis­si­mo passeg­gia­re tra le passerelle che col­legano i due edi­fi­ci, sdra­iar­si al sole sul­la scali­na­ta, scattare foto da ogni ango­lazione al suo cubo in cemen­to arma­to che sem­bra un mer­let­to. 45000 metri qua­drati dove pot­er pas­sare un’intera gior­na­ta. Vi con­siglio di venire al tra­mon­to, sedervi su una delle aper­ture del Forte.

10 cose da vedere a marsiglia - 1 (11)
10 cose da vedere a marsiglia
10 cose da vedere a marsiglia
10 cose da vedere a marsiglia

3. Le Panier

Con i suoi vicoli, le sue case col­orate, le sue piazze rac­colte, i suoi cortei nascosti. Oggi quel­lo che era “il quartiere dei mari­nai e delle put­tane”, ospi­ta negozi di anti­quar­i­a­to, lab­o­ra­tori d’arte, ate­lier, caf­fè un pò bohémien. Basterà entrare nel cuore del quartiere e cam­minare sen­za una vera meta per res­pi­rare l’atmosfera di questo luo­go. Potete entrare da Rue Cais­serie e salire da Mon­tées des Accoules. Per­cor­rete Rue du Panier, Rue de la Char­ité, Rue de Refuge.  Fate uno spunti­no o sorseg­giate un pastis in Place Lorette.

10 cose da vedere a marsiglia
10 cose da vedere a marsiglia - 1 (16)
10 cose da vedere a marsiglia
10 cose da vedere a marsiglia
10 cose da vedere a marsiglia

Vis­i­tate Vieille Char­ité. Oggi ospi­ta il Museo delle Arti Africane, Oceaniche e Amerinde, il Cen­tro Inter­nazionale del­la Poe­sia di Mar­siglia, la Ciné­math­èque Le Miroir, il Museo di Arche­olo­gia Mediter­ranea. Risalente al 1640 era un bel­lis­si­mo ospizio. Il suo cor­tile, con la luce del sole fil­tra­ta che illu­mi­na i suoi por­ti­ci, regala momen­ti di pace. Non perdete la Mai­son Dia­man­tée con le sue affasci­nan­ti dec­o­razioni, Place de Lenche, ritro­vo del­la vita mon­dana di Mar­siglia e la pic­co­la Place de Moulins. Tra le viuzze tro­verete anche un pic­co­lo pan­i­fi­cio dove pot­er acquistare i gus­tosi bis­cot­ti all’arancia e all’anice, le navettes. Se volete man­gia­re la famosa piz­za di Mar­siglia, provate Chez Eti­enne, margheri­ta gus­to­sis­si­ma con for­mag­gio oppure con le acci­ughe. Cos­tosa molto cos­tosa, cir­ca 15 euro ma buonis­si­ma. 

10 cose da vedere a marsiglia
10 cose da vedere a marsiglia

4. I Docks di Marsiglia

Non trop­po dis­tante dal­la Cat­te­drale de la Major, vale una visi­ta la zona dei Docks di Mar­siglia. Ex mag­a­zz­i­ni otto­cen­teschi del por­to, trasfor­mati nel 2015 in un inno­v­a­ti­vo spazio sociale, cul­tur­ale e com­mer­ciale. Fate un giro anche nel­la zona intorno tra mer­av­igliosi edi­fi­ci di architet­tura mod­er­na. 

5. La Cité Radieuse Le Corbusier

Per me che amo Le Cor­busier, è sta­ta una grande emozione pot­er vis­itare la Cité Radieuse, un edi­fi­cio bru­tal­ista prog­et­ta­to nel 1945 dall’architetto svizze­ro (che cioè fa largo uso del beton brut, il cemen­to a vista).

L’Unité d’Habitation è con­do­minio-cit­tà di 17 piani (1600 per­sone, 337 appar­ta­men­ti) in cui con­vivono insieme appar­ta­men­ti, bot­teghe, uffi­ci, ris­toran­ti. La semi-utopia di Le Cour­busier era quel­la di real­iz­zare un luo­go dove pot­er ricu­cire le fram­men­tazioni indi­vid­u­ali causate dal­lo sprawl urbano. 

10 cose da vedere a marsiglia - Le Courbusier

Come? Par­tendo dal­la sago­ma di un uomo alto 1.83 (potete ved­er­lo) creò un mod­u­lo abi­ta­ti­vo, in modo tale da creare un rap­por­to ide­ale tra l’individuo e il suo spazio vitale. L’idea era quel­la di favorire il benessere attra­ver­so una serie di servizi quali ad esem­pio la spe­sa con­seg­na­ta gratis, la scuo­la all’interno del con­do­minio, il sis­tema inter­fono tramite il quale i con­do­mi­ni pote­vano par­lare gratis tra di loro. 

Oggi l’edificio è ani­ma­to da «una fre­net­i­ca attiv­ità mon­dana che si aggiunge a quel­la cul­tur­ale — teatro, cin­e­ma, read­ing — oppure educa­ti­va: l’orto con­di­vi­so, i cor­si di pit­tura, yoga, inglese»

Inoltre dal 2013 la ter­raz­za ospi­ta un museo di arte con­tem­po­ranea, chiam­a­to MaMo.

Vis­ite
Mar-Sab 14:30/16:30
Sab 10:30
Cité Radieuse, 280 Boule­vard Michelet, Mar­seille

6. Notre-Dame de la Garde

Nel pun­to più alto del­la cit­tà, su  una col­li­na a 154 metri dal mare, avrete la vista più sug­ges­ti­va di Mar­siglia. Defini­ta la “Bonne Mère”, è in stile roman­i­co-bizan­ti­no, con mosaici e pietre poli­crome. In cima al cam­panile spic­ca la stat­ua dora­ta del­la Vergine con il Bam­bi­no, del­lo scul­tore Lequesne, potrete osser­var­la da ogni pun­to del­la cit­tà. Date uno sguar­do all’interno, nel­la nava­ta cen­trale guar­date all’insù e vedrete bel­lis­si­mo mod­el­li­ni di navi che pen­dono. Sono gli ex-voto di mari­nai sopravvis­su­ti ai naufra­gi gra­zie alla vergine Maria. Per arrivare c’è un treni­no http://www.petit-train-marseille.com

10 cose da vedere a marsiglia

7. Il quartiere Julien, tra street art & movida a Marsiglia

Questo quartiere è molto vivo e pieno di fer­men­to. I gio­vani di Mar­siglia ven­gono qui. Tra murales, bou­tique di design, con­cept-store, negozi vin­tage e di dis­chi. Ci sono moltissi­mi caf­fè all’aperto, ris­toran­ti etni­ci e club. (Rue de Bussy‑l’Indien, Rue Pas­toret, Rue Vian, Place Notre Dame du Mont e Rue Fontange).

10 cose da vedere a marsiglia

8. Friche la Belle de Mai e l’Hangar J1

Spazi riqual­i­fi­cati come la Friche la Belle de Mai e l’Hangar J1. Il pri­mo è una ex fab­bri­ca di tabac­co oggi spazio del con­tem­po­ra­neo. Il sec­on­do una vol­ta por­to d’arrivo di immi­granti, è diven­ta­to un cen­tro mul­ti­cul­tur­ale nonché attrac­co per le numerose navi da crociera.

9. Le Calanques

Per una gita fuori por­ta nel­la natu­ra non perdete Le Calan­ques, tra le più belle calette di tut­ta la Proven­za. Inse­n­a­ture di roc­cia bian­ca a con­trasto con un mare cristalli­no. Per pro­teggere la bellez­za di questi 20 km di cos­ta non è pos­si­bile arrivare con l’au­to tranne che in tre pun­ti. Potete però pren­dere il bus e poi fare dei per­cor­si molto bel­li a pie­di. Par­tite a Place Castel­lane con il bus 21 e scen­dete al capo­lin­ea Luminy. Da qui con cir­ca 45 minu­ti potrete rag­giun­gere Calanque de Sugi­ton. Per ammi­rare le inse­n­a­ture in tut­ta la loro bellez­za anche un agi­ta in bar­ca da Mar­siglia stes­sa, o da Cas­sis e La Cio­tat.

10. Museo Cantini e MAC

Il Museo Can­ti­ni di Mar­siglia è un museo di arte mod­er­na, ospi­ta­to nel palaz­zo che fu del­lo scul­tore Francese Jules Can­ti­ni che nel 1916 lo donò alla cit­tà insieme alla sua collezione pri­va­ta. Possiede un’importante collezione ded­i­ca­ta all’arte dal 1900 al 1960: André Derain, Raoul Dufy, Amédée Ozen­fant, Fer­nand Léger, Pablo Picas­so, Hen­ri Matisse, Le Cor­busier, Rober­to Mat­ta, Max Ernst, Joan Miró, Gutaï, Jean Arp, Balthus, Alber­to Gia­comet­ti, Jean Dubuf­fet, Anto­nio Saura, Antoni Tàpies, Hans Har­tung e Fran­cis Bacon.

Come arrivare a Mar­siglia
Con voli molto eco­nomi­ci con Ryanair.
Oppure, se avete più giorni, potete far­lo in treno da Gen­o­va a Niz­za e poi con un TGV arrivate a Mar­siglia.


Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.