Matera Capitale della cultura 2019 — cosa vedere

Matera Capitale della cultura 2019 - 1

Mat­era, ama­ta da molti, conosci­u­ta ormai da tan­ti, gra­zie anche alla fil­mo­grafia degli ulti­mi anni, è anco­ra più attraente gra­zie alla fit­ta pro­gram­mazione di even­ti di varia natu­ra artis­ti­ca in occa­sione di Mat­era Cap­i­tale del­la cul­tura 2019.

Mat­era, la cit­tà dei Sas­si è tra le cit­tà più antiche al mon­do, il suo ter­ri­to­rio cus­todisce infat­ti seg­ni dei pri­mi inse­di­a­men­ti umani a par­tire dal pale­oliti­co. Il suo nucleo urbano si è svilup­pa­to dalle grotte nat­u­rali sca­v­ate nel­la roc­cia, che man mano nel tem­po, si sono model­late in due strut­ture più com­p­lesse, quelle che oggi conos­ci­amo come Sas­so Caveoso e Sas­so Barisano.

Mat­era nel 1993 è entra­ta a far parte del Pat­ri­mo­nio Mon­di­ale dell’Umanità e l’Unesco per la pri­ma vol­ta ha inser­i­to come cri­te­rio di val­u­tazione il con­cet­to di Pae­sag­gio Cul­tur­ale, in segui­to uti­liz­za­to anche per altri siti del mon­do.

A 401 metri sul mare, Mat­era si tro­va nel­la parte ori­en­tale del­la Basil­i­ca­ta, ai pie­di del Par­co del­la Mur­gia Mat­er­ana.

La cit­tà si tro­va quin­di al cen­tro di un pae­sag­gio bucol­i­co, tra canyon, grotte e gravine. Il miglior modo per sco­prir­la è perder­si nelle sue labir­in­tiche stra­dine, nelle sue chiese che con­ser­vano mag­nifi­ci affres­chi, nelle sue roc­che. 

Matera Capitale della cultura 2019 - 1 (3)
Matera Capitale della cultura 2019 - 1 (1)

Cosa visitare a Matera?

La vos­tra visi­ta a Mat­era si arti­col­erà su tre zone:

  • Il Sas­so Caveoso, dove potrete vis­itare anco­ra le case grot­ta e le bel­lis­sime chiese rupestri. Iniziate la passeg­gia­ta ammi­ran­do il fan­tas­ti­co panora­ma dal­la Piaz­za San Pietro Caveoso. Scen­dete da via Buozzi, vis­i­tate la pic­co­la chiesa del­la Madon­na de Idris e il Con­vicinio di Sant’Antonio.
  • La Civi­ta che insieme al Sas­so Caveoso cos­ti­tu­isce il cen­tro stori­co del­la cit­tà. Qui potrete sco­prire i più impor­tan­ti palazzi nobil­iari e la  Cat­te­drale con il suo stile roman­i­co-pugliese. Rilas­sat­e­vi nel­la pit­toresca Piaz­za del Sedile e vis­i­tate lo splen­di­do Palaz­zo Lan­franchi nel­la piazzetta Pas­coli.
  • Il Sas­so Barisano dove tro­verete bot­teghe e arti­giani al lavoro. Vis­i­tate la chiesa di San Pietro Barisano, sca­v­a­ta nel­la roc­cia, ha il rives­ti­men­to all’esterno real­iz­za­to a par­tire dagli scar­ti  del­lo sca­vo del tufo. 
Matera Capitale della cultura 2019 - 1 (2)
Piaz­za San Pietro Caveoso

Se volete vedere Mat­era nel suo insieme dovete rag­giun­gere il Belvedere di Mur­gia Tim­o­ne, da questo pun­to di osser­vazione potrete vis­itare il Par­co delle Chiese Rupestri e, se andate al tra­mon­to, vedrete qual­cosa di vera­mente magi­co. Sono cir­ca ven­ti minu­ti di auto.

Matera Capitale della cultura 2019 - 1 (4)
Belvedere di Mur­gia Tim­o­ne

Ma cosa vedere nella Matera Capitale della cultura 2019?

Se la cit­tà già da sola cos­ti­tu­isce un vero incan­to, con l’assegnazione di Cap­i­tale Euro­pea del­la Cul­tura, Mat­era è diven­ta­ta ful­cro di even­ti artis­ti­ci di alta qual­ità e di diver­so genere con una for­mu­la asso­lu­ta­mente vin­cente per pren­derne parte:  “il pas­s­apor­to per Mat­era”.

Un pas­s­apor­to uni­co al prez­zo di 19 euro con cui pot­er parte­ci­pare per 365 giorni a tut­ti gli even­ti:
48 set­ti­mane di pro­gram­mazione
800 oper­a­tori e artisti prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do
più di 50 pro­duzioni cul­tur­ali orig­i­nali
5 imperdi­bili gran­di mostre

Bas­ta solo preno­tare gra­tuita­mente il pro­prio pos­to per gli spet­ta­coli che preve­dono un numero lim­i­ta­to di posti. Inclu­so nel pas­s­apor­to anche l’uti­liz­zo gra­tu­ito dei mezzi pub­bli­ci

Se invece prevedete una visi­ta di un solo giorno potete fare il Dai­ly Pass­port al cos­to di 10 euro. 

Matera Capitale della Cultura 2019

Questi i 5 temi prin­ci­pali del prog­et­to di Mat­era Cap­i­tale del­la Cul­tura

  • Rif­les­sioni e con­nes­sioni
  • Futuro remo­to
  • Radi­ci e per­cor­si
  • Utopie e dis­tonie
  • Con­ti­nu­ità e rot­ture 

Per scegliere l’evento e pro­gram­mare la vos­tra visi­ta potete trovare tutte le infor­mazioni sul por­tale ded­i­ca­to: https://www.matera-basilicata2019.it/ 

Potete effet­tuare la ricer­ca attra­ver­so l’utilizzo di vari cri­teri, tem­po­rale, oppure per tipolo­gia di even­to. La pro­gram­mazione è ric­ca e per­tan­to il cal­en­dario in con­tin­uo aggior­na­men­to.

Trenodia e concerto di Vinicio Capossela

Io ho avu­to l’onore di pot­er assis­tere ques­ta estate all’evento finale di Tren­odia, il prog­et­to di arte pub­bli­ca real­iz­za­to da Mar­i­an­gela e Vini­cio Capos­sela.

Un grande cor­teo come for­ma d’arte che ha con­nes­so in un abbrac­cio le aree interne del Sud Italia.

In dieci giorni ha attra­ver­sato la Cal­abria, la Cam­pa­nia (Sponz Fes­ti­val) e la Basil­i­ca­ta, coin­vol­gen­do cit­ta­di­ni e artisti in un cor­teo del pianto ver­so ciò che nel nos­tro mon­do è in peri­co­lo di vita. 

Così il 29 agos­to il cor­teo fune­bre è par­ti­to dal rione Pic­cianel­lo fino alla Cava del Sole, dove il con­cer­to di Vini­cio Capos­sela ha con­clu­so, tra mes­sag­gi ter­reni ed oniri­ci questo stra­or­di­nario per­cor­so.

Antic­i­pan­do il suo tour di pre­sen­tazione del­l’al­bum “Bal­late per uomi­ni e bestie”.

Tren­odia, Mat­era Cap­i­tale del­la Cul­tura 2019
trenodia capossela
trenodia capossela - 1 (1)
Vini­cio Capos­sela

Se state pro­gram­man­do la vos­tra visi­ta a Mat­era in autun­no, vi con­siglio quin­di di dare un’occhiata al cal­en­dario, sarà un modo per vivere la cit­tà anco­ra più emozio­nante.

Questi i pro­fili che potete seguire.

FB: https://www.facebook.com/Materaevents/
IG: https://www.instagram.com/matera2019/
Sito: https://www.matera-basilicata2019.it

Pic­co­lo con­siglio culi­nario:
Mat­era è anche cap­i­tale del gus­to! Non potete andare via in par­ti­co­lare sen­za aver prova­to i tipi­ci peper­oni cruschi accom­pa­g­nati da un buon bic­chiere di vino. Con­sigli­atis­si­mo “La Lat­te­ria Emanuele Rizzi”, dove provare la sal­s­ic­cia pezzente con finoc­chi­et­to, oppure tut­ti i for­mag­gi che potete e i piat­ti a base di cacio­cav­al­lo. 

Tags from the story

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.