Sei gallerie d’arte contemporanea a Londra da visitare

whitechapel gallery Londra

Se qual­cuno mi chiedesse qual è la cit­tà che più di tutte mi colpisce per la veloc­ità di cam­bi­a­men­to e il fer­men­to cul­tur­ale che si res­pi­ra, senz’altro rispon­derei Lon­dra. Con­sapev­ole che la mia rispos­ta pos­sa essere influen­za­ta dal mio affet­to per aver­ci vis­su­to qualche tem­po, pos­so ogget­ti­va­mente affer­mare che ogni vol­ta che torno in ques­ta cit­tà una nuo­va mostra, un nuo­vo quartiere è sem­pre pron­to a stupir­mi. Così come mi stupisce sem­pre la quan­tità di gal­lerie d’arte con­tem­po­ranea a Lon­dra che si pos­sono vis­itare.

A Lon­dra nul­la è fer­mo.

Per chi ama l’arte e l’arte con­tem­po­ranea, Lon­dra è la per­fet­ta meta di viag­gio per sco­prire nuovi artisti e tal­en­ti del­la sce­na mon­di­ale. Numerosi sono i suoi musei e gal­lerie. A par­tire dal­la più famosa Tate Mod­ern, che ha recen­te­mente rad­doppi­a­to e amplia­to la sua  collezione, inau­gu­ran­do a giug­no 2016 una nuo­va ala a for­ma pirami­dale, la Switch House, idea­ta dagli architet­ti Her­zog & de Meu­ron, gli stes­si architet­ti che nel 2000 prog­et­tarono la con­ver­sione orig­i­nale del­la cen­trale elet­tri­ca sul fiume, diven­ta­to poi il nucleo prin­ci­pale del­la nuo­va Tate, suc­cur­sale del­la Tate Gallery, da allo­ra rinom­i­na­ta Tate Britain. La nuo­va ala ha per­me­s­so di esporre ben il 60% in più del­la collezione, 800 opere di oltre 300 artisti prove­ni­en­ti da 50 pae­si.

Per vis­itare tut­ti i musei, le gal­lerie, i poli cul­tur­ali che Lon­dra offre non basterebbe un mese intero. Per non par­lare dell’arte a cielo aper­to, quel­la del­la stra­da, l’anima del­la stree­tart, quel­la di quartieri come Angel, Shore­dicth, Hox­ton, Brick­lane, Brix­ton, ecc.

In questo post voglio elen­car­vi alcune tra le mie gal­lerie d’arte con­tem­po­ranea preferite di Lon­dra, alcune delle quali ho scop­er­to nel mio ulti­mo viag­gio a Lon­dra.

  • Tate Mod­ern

Non è una gal­le­ria è un museo, però non pote­vo inserir­lo tra i top five! Un must da vis­itare ogni vol­ta che si va a Lon­dra. Una collezione per­ma­nente immen­sa, come per molti musei londi­ne­si total­mente gra­tui­ta. Sulle rive del Tami­gi, nel­la zona di Bank­side e vici­no allo shakespe­ri­ano Globe The­ater, svet­ta la bel­lis­si­ma ex cen­trale ter­moelet­tri­ca che oggi ospi­ta la Tate Mod­ern. Inau­gu­ra­ta nel 2000, fa parte del com­p­lesso muse­ale Tate del Reg­no Uni­to, che com­prende anche la Tate Britain sem­pre a Lon­dra, la Tate di Liv­er­pool e la Tate di St Ives in Cornovaglia. La Tate Mod­ern è l’anima con­tem­po­ranea del­la Tate, qui potrete ammi­rare l’arte mod­er­na inter­nazionale dagli anni 90 ad oggi. E’ una delle collezioni più all’avanguardia del mon­do, con opere di Picas­so, Rothko, Matisse, Wharol, e tan­ti altri. Oltre alla collezione per­ma­nente, ogni anno la Tate Mod­ern ospi­ta un pro­gram­ma di mostre tem­po­ra­nee ded­i­cate ad artisti di fama mon­di­ale. Con­trol­late sem­pre il pro­gram­ma sul sito uffi­ciale. Non man­cate di fare un salto, mag­a­ri un aper­i­ti­vo al tra­mon­to, all’ultimo piano del restau­rant-bar dove potrete ammi­rare una vista di St Paul’s e del Tami­gi mag­nifi­ca e molto roman­ti­ca. Per arrivare alla Tate Mod­ern, vi con­siglio di scen­dere a St Paul’s e attra­ver­sare il maestoso Mil­len­ni­um Bridge fino alla Tate, dove all’ultima cur­va pri­ma di scen­dere potrete pas­sare ore in atte­sa del­la foto per­fet­ta!

Orari di aper­tu­ra: Domeni­ca — Giovedì 10–18 / Ven­erdì e Saba­to 10–22

Metro: South­wark (Jubilee Line, 600 mt) — Black­fri­ars (Dis­trict and Cir­cle Line, 800 mt) — St Paul’s (Cen­tral Line, 1,100 mt)

http://www.tate.org.uk/visit/tate-modern

Tate Mod­ern — Bank­side — Lon­don — SE1 9TG

  • Saatchi Gallery

Ci spos­ti­amo nel­la zona di Chelsea, a Kings Road. In una bel­lis­si­ma piaz­za, The Duke of York’s HQ, sorge una gal­le­ria che è spe­ciale per­ché espone le opere di artisti di tut­to il mon­do non anco­ra famosi ma con un grande tal­en­to. In tal sen­so la Saatchi Gallery rap­p­re­sen­ta un lab­o­ra­to­rio cul­tur­ale, un forum per­ma­nente sull’arte con­tem­po­ranea.  Il pub­bli­co negli anni ha dec­re­ta­to il suc­ces­so di ques­ta gal­le­ria, por­tan­dola a cir­ca 1 mil­ione e mez­zo di vis­i­ta­tori annui. Ad oggi rap­p­re­sen­ta un vero e pro­prio tram­poli­no di lan­cio per molti artisti, che dopo aver espos­to i pro­pri lavori pres­so la Saatchi Gallery ven­gono con­tat­tati da molte gal­lerie e musei inter­nazion­ali.  GiraraSe volete man­gia­re un boc­cone lì vici­no c’è un otti­mo e gus­toso ris­torante libanese: Comp­toir Libanais.

Orari di aper­tu­ra: tut­ti i giorni 10am-6pm, ulti­ma entra­ta 5:30pm

Metro: Sloane Square Under­ground (Dis­trict and Cir­cle lines)

http://www.saatchigallery.com

Duke of York’s HQ — King’s Road — Lon­don– SW3 4RY

  • Whitechapel Gallery

If any­where, this is the place to pro­mote a new belief in the good of art.”  The Indipen­dent

Nel quartiere più cos­mopoli­ta di Lon­dra e più vivace di arte con­tem­po­ranea del mon­do, si tro­va una gal­le­ria ormai pun­to di rifer­i­men­to inter­nazionale, che ha ospi­ta­to mostre e collezioni di artisti mod­erni del cal­i­bro di Pol­lock, Rothko, Fri­da Kahlo ai con­tem­po­ranei come Sophie Calle, Paul Noble, Thomas Struth, Sarah Lucas e Mark Wallinger. Vari cor­si, incon­tri, un archiv­io stori­co, il suo bel caf­fè, c’è sem­pre qual­cosa da vedere qui.

Nel sito si legge: Whitechapel Gallery — gal­le­ria d’artisti per tut­ti.

Orari di aper­tu­ra: tut­ti i giorni 11am-6pm

Metro: Aldgate East under­ground sta­tion

http://www.whitechapelgallery.org

Whitechapel Gallery — 77–82 Whitechapel High St — Lon­don — E1 7QX

  • Vic­to­ria Miro Gallery

La gal­le­ria Vic­to­ria Miro è un’istituzione dell’arte con­tem­po­ranea a Lon­dra ed è conosci­u­ta in tut­to il mon­do. E’ gesti­ta da Vic­to­ria Miro, una delle gran­di dame del­la sce­na BritArt, che ha aper­to la sua pri­ma gal­le­ria nel 1985 a Cork Street nell’incantevole quartiere di Myfair, dove potrete vedere passeg­gia­re ele­gan­ti sig­nori con tan­to di bom­bet­ta, e tro­verete i migliori negozi di scarpe del mon­do. Nel 2000 la gal­le­ria si trasferisce tra Hox­ton and Isling­ton nel nord est under­ground di Lon­dra. Nel 2006 la gal­le­ria viene ulte­ri­or­mente ampli­a­ta con l’apertura di una sec­on­da mostra e un nuo­vo spazio costru­ito sul tet­to di un mag­a­zz­i­no vit­to­ri­ano in mat­toni. La gal­le­ria è uni­ca gra­zie al suo splen­di­do gia­rdi­no pri­va­to che affac­cia sul Canale Regent, per­fet­ta loca­tion per instal­lazioni di grande effet­to di artisti come Alex Hart­ley e Yay­oi Kusama. Durante la mia visi­ta alla gal­le­ria Vic­to­ria Miro di Lon­dra, ho avu­to la for­tu­na di las­cia­r­mi con­quistare pro­prio dall’estro dell’artista giap­ponese con la sua instal­lazione All the Eter­nal Love I Have for the Pump­kins, per poi riammi­rar­la in Italia al Chiostro del Bra­mante in occa­sione del­la mostra Love.

Orari: Mart­edì — Saba­to 10.00am — 6.00pm

Metro: Angel/Old Street (North­ern Line)

16 Wharf Road — Lon­don N1 7RW

http://www.victoria-miro.com

  • New­port Street Gallery

In uno dei nuovi quartieri emer­gen­ti di Lon­dra, Vaux­hall, ha sede La New­port Street Gallery di Caru­so St John Archi­tects che si è aggiu­di­ca­ta nel 2016 il  famoso Pre­mio di architet­tura Stir­ling. La nuo­va gal­le­ria, che espone la collezione d’arte pri­va­ta di Damien Hirst nasce da un prog­et­to di rigen­er­azione urbana che a Vaux­hall ha recu­per­a­to tre edi­fi­ci vit­to­ri­ani real­iz­zan­do ben 3.500 mq di gal­lerie. Oltre 3.000 opere del­la collezione. Artisti del cal­i­bro di Fran­cis Bacon, Banksy, Tracey Emin, Richard Hamil­ton, Jeff Koons, Sarah Lucas, Pablo Picas­so, Richard Prince, Haim Stein­bach e Gavin Turk. Ampio spazio anche a gio­vani e artisti emer­gen­ti e una sig­ni­fica­ti­va collezione di opere di artisti indi­geni dal­la cos­ta nord-occi­den­tale del Paci­fi­co.

Pho­to Cred­its © Alex Upton

Durante la mia visi­ta alla New­port Street Gallery era espos­ta una mostra dal tito­lo “Now” su Jeff Koons, con­sid­er­a­to come uno degli artisti più sig­ni­fica­tivi emer­si nel dopoguer­ra, erede di Wharol. Avrete sicu­ra­mente pre­sente il famoso Baloon Dog (il cane a pal­lon­ci­no). Oltre trentac­inque anni di stra­or­di­nar­ia car­ri­era dell’artista, con oltre trenta dip­in­ti, opere su car­ta e scul­ture risalen­ti dal 1979 al 2014.

Non perdete asso­lu­ta­mente l’esilarante ris­torante Phar­ma­cy 2 co-prog­et­ta­to da Damien Hirst in col­lab­o­razione con Mark Hix, il cui ban­cone è pen­sato come al desk di una far­ma­cia.

Orari: Mart­edì-Domeni­ca 10am-6pm (ulti­ma entra­ta 5.45pm)

Metro: Vaux­hall (Vic­to­ria line — 10 minu­ti)

New­port Street Gallery — New­port Street — Lon­don, SE11 6AJ

http://www.newportstreetgallery.com 

  • Ser­pen­tine Gallery

Durante una bel­la passeg­gia­ta ad Hyde Park a Lon­dra, non man­cate di vis­itare la Ser­pen­tine Gallery, famoso cen­tro di arte con­tem­po­ranea a Lon­dra cos­ti­tu­ito da due gal­lerie espos­i­tive che si trovano in due pun­ti opposti di Kens­ing­ton Gar­dens’. La Ser­pen­tine Lake ad Hyde Park, nata nel 1970 e la Ser­pen­tine Sack­ler Gallery real­iz­za­ta nel 2013 su un prog­et­to del­la star inter­nazionale dell’architettura, recen­te­mente scom­parsa, Zaha Hadid (Maxxi). Se vis­i­tate Lon­dra nei mesi estivi tro­verete lun­go il vostro per­cor­so nel cuore di Kens­ing­ton Gar­dens’ splen­di­di e ogni anni sem­pre nuovi padiglioni tem­po­ranei (per 3 mesi) di architet­tura, real­iz­za­ti con bud­get ridot­ti da impor­tan­ti architet­ti con­tem­po­ranei, con­cepi­to come spazi di social­iz­zazione per il pub­bli­co. Durante la mia ulti­ma visi­ta a Lon­dra mi sono diver­ti­ta a scattare mille foto nel padiglione prog­et­ta­to da Bjarke Ingels Group (BIG). Un “muro decom­pres­so” che si trasfor­ma da bi- a tridi­men­sion­ale, cre­ato con la repli­cazione di due ele­men­ti. Una una strut­tura spet­ta­co­lare che di giorno ha ospi­ta un caf­fè (Har­rods) e diverse attiv­ità per le famiglie, e di notte è sta­to loca­tion per vari even­ti delle Park Nights.

Orari: Mart­edì — Domeni­ca 10am — 6pm

Metro: Queensway or Mar­ble Arch

Kens­ing­ton Gar­dens  — W2 3XA — Lon­don

Ser­pen­tine Sack­ler Gallery — West Car­riage Dri­ve — Lon­don — W2 2AR

Sal­vaSal­va

Tags from the story
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *