Viaggio on the road negli USA: il vertiginoso Horseshoe Bend

Horseshoe Bend

Durante il mio viag­gio negli USA ho avu­to la for­tu­na di pot­er ammi­rare alcune tra le attrazioni nat­u­rali più belle del mon­do, a par­tire dal Par­co Nazionale di Yel­low­stone, ad altri parchi nat­u­rali come Bryce Canyon, Grand Canyon, Ante­lope Canyon. Ma se c’è una cosa che vera­mente mi ha incan­ta­to è l’Horse­shoe Bend, un cap­ola­voro del­la natu­ra, che sem­bra scol­pi­to da mani sapi­en­ti nel tem­po e che non dovete asso­lu­ta­mente perdere nel vostro viag­gio on the road in Ari­zona.

Strana­mente non tutte le guide tur­is­tiche lo ripor­tano, ma nel vostro sog­giorno nel­la zona di Page, una pic­co­la ma strate­gi­ca cit­tad­i­na in Ari­zona da cui potrete rag­giun­gere facil­mente molte attrazioni del­la West Coast,  oltre ad ammi­rare le acque cristalline del Lake Pow­ell e la luce che fil­tra tra le roc­ce di Ante­lope Canyon, dove asso­lu­ta­mente fer­mar­vi, pos­si­bil­mente pri­ma del tra­mon­to, all’Horse­shoe Bend e guardare estasiati il Col­orado Riv­er che lo cir­con­da donan­dogli la for­ma di un fer­ro di cav­al­lo (da qui il suo nome).

L’Horseshoe Bend si tro­va a 10 minu­ti da Page nel­la direzione oppos­ta a quel­la di Ante­lope Canyon. Bas­ta impostare il nav­i­ga­tore e arriverete con facil­ità, la pic­co­la devi­azione di tro­va sul­la High­way 89. Atten­zione però per­ché se pen­sate di rius­cire a ved­er­lo dal­la stra­da non è così. A ren­dere anco­ra più mag­i­ca la visi­ta è il fat­to di dover per­cor­rere un trat­to a pie­di, dove tro­verete dei pan­nel­li infor­ma­tivi sul­la sto­ria geo­log­i­ca, per poi ritrovar­si all’improvviso di fronte ad uno stra­pi­om­bo di oltre 300 metri.

Horseshoe Bend percorso

Anche il più impavi­do e chi non sof­fre di ver­tig­i­ni proverà un briv­i­do lun­go la schiena cer­can­do di guardare in bas­so dal pun­to panoram­i­co, Non ci sono pro­tezioni, nes­suna recinzione, per questo vi con­siglio di fare atten­zione a dove met­tete i pie­di e non imi­tate i cor­ag­giosi, o meglio sprovve­du­ti, nel cer­care di trovare il self­ie per­fet­to. La roc­cia è infat­ti fri­abile e, come anche indi­ca­to dal­la seg­nalet­i­ca, alcune punte che oggi vedete potreb­bero non esser­ci più nel futuro per­ché crol­late!

Horseshoe Bend precipizio

Bene se volete fare delle foto super ed inquadrare la scenografia che regala il più famoso fer­ro di cav­al­lo del­la natu­ra, trovate un pun­to ben sal­do e posizion­ate lì il vostro cav­al­let­to.

Una vol­ta che avrete trova­to il vostro ango­lo di par­adiso, atten­dete il tra­mon­to e gode­te­vi i rif­lessi del sole sull’Horse­shoe Bend, uno spet­ta­co­lo che per quan­to inten­so vi sem­br­erà irreale.

Se avete il tem­po vi con­siglio anche una visi­ta alla Glen Canyon Dam, una delle dighe più gran­di (e anche dibat­tute) degli Sta­ti Uni­ti, alta ben 220 metri e lun­ga 480 mt. Vera­mente impres­sio­n­ante. Potete per­cor­rere il ponte pedonale ed ammi­rare il panora­ma o dalle ter­razze o dalle pareti di vetro. Nel caso fos­te curiosi di conoscere la sto­ria e il fun­zion­a­men­to c’è a pos­si­bil­ità di fare delle vis­ite gui­date.

Qui trovate alcune infor­mazioni utili http://www.glencanyonnha.org  

Tags from the story
, ,

2 Comments

  • Ma che foto bel­lis­sime! Come ti ho già det­to su IG pen­so che scop­pierei a pian­gere di fronte a tan­ta bellez­za. Ho sem­pre immag­i­na­to la sce­na… Quan­to è bel­lo! <3

    • Gra­zie ragazzi! Devo dire che man mano che si per­corre il sen­tiero l’aspettativa cresce ma mai avrei pen­sato di vedere uno spet­ta­co­lo del genere. E poi se siete for­tu­nati nel­la pri­ma parte del per­cor­so si incon­tra­no le tipiche lep­ri dell’Arizona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *